sabato 5 agosto 2017

ANNALISA nei Click di Joanna Marioni


Si è appena conclusa la quattordicesima edizione del Festival Gaber, dedicato all'indimenticabile Giorgio, cantautore, commediografo, regista teatrale, attore teatrale e cinematografico italiano tra i più influenti dello spettacolo e della musica italiana del secondo dopoguerra, nonché chitarrista di grande valore, tra i primi interpreti del rock and roll italiano.


Organizzato dalla Fondazione Gaber, con il patrocinio della Regione Toscana e in collaborazione con le amministrazioni comunali coinvolte nella manifestazione, sin dalla prima edizione attira migliaia di spettatori.


Gli obiettivi principali della Fondazione Gaber sono la divulgazione la valorizzazione della figura e dell’opera dell’artista”, un messaggio senza tempo, sempre attuale, rivolta particolarmente alle fasce di pubblico più giovane.


La manifestazione artistica ha visto realizzarsi 27 applauditissimi eventi in 8 comuni: Livorno, Marciana Marina, Marina di Vecchiano, Montecatini Terme, Pistoia, Prato e Stazzema e Camaiore, quest’ultimo ha avuto un ruolo centrale ospitando 13 serate del Festival, in quanto luogo in cui Gaber aveva scelto di vivere fin dagli anni ottanta.


Tra i numerosi ospiti anche Annalisa, giovane raffinata cantautrice italiana. Lorenzo Luporini, nipote di Giorgio, ha intervistato in modo piacevole e accattivante Annalisa facendo emergere inediti aspetti umani e personali dell’artista, il suo impegno nel conciliare i suoi studi in ingegneria con la sua forte e irrinunciabile passione per la musica.


La cantautrice ligure si è poi esibita interpretando magistralmente Non insegnate ai bambini  e La parola Io, indimenticabile e emozionante omaggio al Signor G
Ha poi regalato al numerosissimo pubblico presente nella suggestiva Piazza San Bernardino i suoi successi.Intensa, sensibile, sagace ha conquistato il cuore, la simpatia e il consenso dei presenti.


Testo e foto di Joanna Marioni