venerdì 30 settembre 2016

Le Gustosità di Neria - CESTINO di PANE & PERE


Quasi piatti unici le torte salate, oltre ad essere divertenti e belle, sono ricche di sapore e facilissime da preparare. Si possono realizzare in due tempi preparandole in anticipo e cuocerle successivamente. Oggi ne ho preparata una semplice semplice ma molto gustosa e saporita usando come base fette di pancarrè rimaste qualche giorno in dispensa…risultato ottimo da provare.


La ricetta del CESTINO di PANE & PERE

Ingredienti per 4 persone: 8 fette di pancarrè, 2 cespi di radicchio, 2 pere williams, 200 gr di caciotta, 200 gr di gorgonzola, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, 40 gr di gherigli di noce, 20 gr di burro, 1 uovo, 2 cucchiai di latte, sale, pepe, noce moscata
Ungere con burro una tortiera quadrata da forno di cm 20. Tagliare le fette di pane a metà e rivestirne il fondo e i bordi della tortiera. 

Sbattere l'uovo con il latte, salare, profumare a piacere con un pizzico di noce moscata. Spennellare in modo uniforme l'uovo sbattuto
sulle fette di pane e passare in forno caldo per una decina di minuti. Nel frattempo lavare ed affettare le pere, il radicchio e tagliare i formaggi a tocchetti. Formare uno strato di pere sulla base di pane, coprire con uno strato di formaggi ed uno di radicchio. Decorare con le pere rimaste e cospargere con gherigli di noce e i formaggi che restano. Spolverizzare con parmigiano, pepe e noce moscata, aggiungere qualche fiocchetto di burro ed infornare per circa 7 minuti. 



Servire, nel recipiente di cottura, con un calice di Soave Classico Doc, delicato ed intenso vino bianco ottenuto da un sapiente uvaggio di uve Garganega, Trebbiano di Soave, Chardonnay e Pinot Bianco. Il sapore asciutto e leggermente amarognolo esalta piacevolmente il gusto deciso del CESTINO di PANE & PERE. Temperatura di servizio 8 – 10 gradi.
Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli


mercoledì 28 settembre 2016

A Roma torna ShowRUM - Italian Rum Festival il 2 e 3 ottobre.


Domenica e lunedì 3 ottobre, al via la quarta edizione di ShowRUM - Italian Rum Festival, l' evento italiano più importante dedicato unicamente al Rum e alla Cachaca. La manifestazione, che lo scorso anno ha avuto oltre tremila visitatori, come di consueto si terrà presso il Centro Congressi dell’A.Roma - Lifestyle Hotel & Conference Center, dove verranno presentati brand internazionali  che partecipano anche ad altri eventi analoghi con cui ShowRUM - Italian Rum Festival è gemellato, da quello di Miami, a quello di Parigi, passando per Londra, Berlino e Madrid.
Tra gli eventi previsti nel corso dell'edizione 2016, la STC - ShowRUM Tasting Competition, unica Blind Tasting Competition italiana dedicata a Rum e Cachaca, nella quale i rum
vengono divisi per anni di invecchiamento e per alambicchi di provenienza oltre
che per tipologia.
Unica al mondo, inoltre, a premiare, grazie a una giuria di esperti nazionali ed internazionali solo il best in class per ogni categoria. 
I visitatori potranno l'opportunità non solo di avere un momento formativo ma anche di partecipare alle degustazioni nelle quattro le macro-aree dedicate ai rum tradizionali, agricole, cachaca e imbottigliatori indipendenti. Oltre alle più grandi etichette presenti sul mercato italiano e internazionale sarà possibile partecipare le masterclass e i seminari con i maggiori esperti mondiali.  La rassegna c prevede un Trade Day, lunedì 3 ottobre, giornata interamente dedicata agli operatori e professionisti del settore, focalizzata sulla formazione professionale, ricca di appuntamenti e seminari con ospiti d'eccezione. 
Il programma completo al link www.showrum.it 
Matteo Simonetti

sabato 24 settembre 2016

AMICHE IN ARENA Le artiste italiane per la lotta alla violenza sulle donne.


Sold out per l’evento Amiche in Arena, concerto che festeggia i 40 anni di carriera di Loredana Bertè sotto la direzione artistica di Fiorella Mannoia, prodotto F&P group e trasmesso in diretta streaming su RTL 102.5, nonché registrato in doppio formato audio video per essere trasmesso in televisione in autunno e per l'uscita di cd/dvd prevista per il mese di novembre...



Tutti i più grandi successi della Bertè in una veste nuova riproposti in duetto o in gruppo 
da alcune delle più importanti voci del panorama musicale italiano di sempre e del momento, Accanto a Loredana e Fiorella, si sono alternate sul prestigioso palco Gianna Nannini, Patty Pravo, Paola Turci, Irene Grandi, Emma Marrone, Elisa, Noemi, Alessandra Amoroso Nina Zilli, Bianca Atzei, Irene Fornaciari, Antonella Lo Coco e la storica corista di Mimì e Loredana, Aida Cooper.


Duetti tra prime donne del rock e duetti tra generazioni differenti tutti ugualmente apprezzati  e applauditi dal pubblico, che ha cantato  32 brani brani dal primo all’ultimo con grande pathos e calore.
Spettacolo denso di emozioni, di energia e di positività.


L’evento aveva anche un impegno sociale importante; voluto fortemente da Loredana e dal suo staff artistico per sensibilizzare le menti e i cuori di tutti alla lotta contro la violenza sulle donne, tema molto caro alle artiste presenti in Arena e non solo.
Momento ad alta tensione emotiva è stato l’ingresso di Valentina Pitzalis, la donna tristemente nota alla cronaca, si è fatta coraggiosamente portavoce della sua personale violenta e tragica esperienza che l’ha menomata nel corpo, ma resa guerriera nell’anima. Oggi Valentina porta il suo messaggio ovunque le sia possibile, attraverso tutti i canali a sua disposizione con grande dignità e forza; la sua missione educativa si svolge principalmente nelle scuole, a contatto con i giovani, materia prima, linfa vitale per la costruzione del nostro futuro.


I 150 mila euro, ricavato della serata, sono stati devoluti all’Associazione Di.re: Donne in rete contro la violenza che sostiene decine di centri anti-violenza sulle donne, attivi su tutto il territorio e rigorosamente gratuiti nonché autofinanziati e legati ad una forte rete di volontariato.
Lo straordinario evento si  è concluso con tutte le artiste sul palco per una versione indimenticabile di “Amici non ne ho” e di “Quello che le donne non dicono” .


Allo scoccare della mezzanotte  poi s è alzato un incredibile coro generale di auguri di buon compleanno a Loredana e a Mimì presente nel corso della serata nel ricordo e nell'affetto dei presenti.
Testo e foto di Joanna Marioni


venerdì 23 settembre 2016

Le Gustosità di Neria - Valdostane alle zucchine


Un’idea velocissima per una pietanza saporita, appetitosa e nutriente pronta in meno di mezz'ora e che accontenterà tutti. Una semplice e fresca insalata come contorno e la cena è servita. 

La ricetta delle VALDOSTANE alle ZUCCHINE  


Ingredienti per 4 persone: 4 fette di lonza tagliate spesse, 4 fette di prosciutto cotto, 2 zucchine, parmigiano reggiano a scaglie, 1 bicchiere di vino bianco secco, 1 cucchiaio di farina, olio extravergine di oliva, sale, pepe
Lavare, asciugare e tagliare le zucchine a fettine sottili; saltarle velocemente in padella con un cucchiaio di olio; salarle leggermente. Incidere ora le fette di lonza e aprirle a libro. 
Disporre su un lato di ciascuna una fetta di prosciutto cotto, le zucchine, abbondante parmigiano reggiano a scaglie; richiudere le fette di lonza fermandole da un lato con uno stecchino ed infarinarle. 
Scaldare 2 cucchiai di olio in una padella e rosolare le valdostane in ogni sua parte. 

Versare il vino bianco e farlo sfumare a fiamma vivace. Aggiustare di sale ed aggiungere una spolverata di pepe a piacere. Continuare la cottura a fuoco moderato per 10 minuti. Servire le VALDOSTANE alle ZUCCHINE tiepide con una fresca insalatina e un calice di Morellino
di Scansano Docg, l'unico vino a denominazione controllata e garantita della Maremma. 



Il Morellino di Scansano d'annata è un vino facile, beverino, caratterizzato da una spiccata freschezza e da un grande carattere ideale per accompagnare sia la ricca cucina Toscana che pietanze a base di carne. Alla vista è rosso rubino, al naso esprime profumi floreali e fruttati di ciliegie e lamponi e note balsamiche di macchia mediterranea. Al palato è fresco, equilibrato ed armonico con delicati tannini. Temperatura di servizio 14 - 16 gradi
Buon lavoro e buon appetito! Neria Rondelli





giovedì 22 settembre 2016

RACE For the cure 2016 a Bologna dal 23 al 25 settembre - Decima edizione


Da venerdì 23 a domenica 25 Bologna si tinge di rosa in occasione della 10° edizione della RACE For the cure l'evento benefico per la lotta ai tumori al seno. Nata diversi anni fa grazie a Susan G. Komen, è  un evento mondiale dedicato alla prevenzione che in Italia si svolge anche a Roma, Bari e Brescia  con un affluenza di pubblico sempre crescente. Il clou della manifestazione è la domenica con la maratona che lo scorso anno ha visto 17 mila partecipanti, ma da venerdì 23 sarà aperto il Villaggio RACE allestito ai Giardini Margherita dove si svolgerà l' attività principale della Komen Italia che è quella della promozione alla prevenzione, sostenere le donne che si confrontano con la malattia e migliorare la qualità delle cure. Come di consueto infatti sarà presente un team di medici specialisti ( oncologi, cardiologi, dermatologi, oculisti, posturologi ed esperti di alimentazione a disposizione nei vari laboratori. Il villaggio sarà anche in luogo in cui fare attività sportive e ludiche per tutte le età .
La RACE For the cure dal 2000 ad oggi ha contribuito a finanziare complessivamente 351 progetti per un totale di oltre 2.700.000 euro.  

In Italia vengono registrati quasi 50 mila nuovi casi all'anno con una nuova diagnosi ogni 15 minuti con un'incidenza di 1 donna su 9. Grazie alla ricerca però i tumori al seno sono altamente curabili se diagnosticati tempestivamente con un 97% di guarigioni.A Bologna saranno presenti le testimonial Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi.
Programma e info www.racebologna.it
Livia Elena Laurentino

sabato 17 settembre 2016

Cristiano De André - Premio Lunezia by Joanna Marioni


Serata intima e confidenziale a Marina di Carrara nell’ambito del Premio Lunezia 2016, prestigioso riconoscimento al valore musicale e letterario delle canzoni.
Cristiano De André è il vincitore del Premio Lunezia Live 2016 grazie al tour DE ANDRE’ CANTA DE ANDRE’: il progetto musicale che gli ha consentito di riproporre al pubblico la preziosa eredità artistica del padre, rivisitandola con nuovi originali arrangiamenti.


L’omaggio arriva a 50 anni dalla pubblicazione dell’album Tutto Fabrizio De André, il primo album del cantautore uscito nel 1966.


L’incontro lunense è stato anche occasione per condividere con i presenti il libro La versione di C.; il cantante si confida raccontando apertamente e senza veli gli aspetti più peculiari della sua vita a partire dall’infanzia, con riferimenti al rapporto con il padre Fabrizio, con la propria famiglia e con la sua professione.


Ha interpretato alcuni brani accompagnandosi prima con la chitarra e poi con il piano.


La poesia racchiusa nei testi e nelle note di De André ha coinvolto emotivamente tutti, anche chi non ascolta la canzone prettamente d’autore. Testo e foto by Joanna Marioni






venerdì 16 settembre 2016

Mortadella Please 10° edizione a Zola Predosa

Un weekend all'insegna del prodotto che si identifica con la città che gli ha dato i natali, la mortadella, tanto dà essere chiamata nel resto del mondo semplicemente Bologna. 


















Sabato 17 e domenica 18 tutta Zola Predosa, a pochi chilometri dal capoluogo, si trasformerà in una cittadella di degustazioni. Il tutto avrà inizio alle 17 quando si inaugurerà la decima edizione.
Quest'anno Alcisa aprirà le porte al pubblico nella giornata di domenica e, dalle 9.00 alle 13.00, sarà possibile accedere agli stabilimenti con una navetta che partirà da Piazza Vittorio. 
La visita sarà fattibile anche allo stabilimento Felsineo, produttore unicamente di mortadella.  


In occasione del 70esimo anno dalla fondazione Alcisa, leader nazionale nella produzione della mortadella, presenta un nuovo logo da 70 anni una fetta di Bologna, per sottolineare il legame con il territorio e i natali. Tutto ha inizio nel 1946 quando tre giovani intraprendenti Ivo e Gino Galletti, con Rino Brini decidono di fare la mortadella buona, iniziando in un retrobottega in centro a Bologna, selezionando le carni e recuperando un'antica ricetta. Dal 2011 Alcisa è entrata a far parte del gruppo Grandi Salumifici Italiani, ma la passione per l'artigianalità e la qualità sono rimaste immutate. Livia Elena Laurentino

Le Gustosità di Neria - PASTICCIO di PANE CARASAU al RAGÙ VEGETARIANO & CACIOCAVALLO 




Il pane carasau, tipica specialità della cucina sarda, al posto della pasta all'uovo per ottenere una pietanza originale, leggera e sfiziosa. Il condimento può essere un classico ragù di carne oppure, in alternativa, un saporito misto di verdure arricchito con un buon formaggio. Per ammorbidire il pane la besciamella morbida è l'ideale ma anche un brodo vegetale va benissimo e il risultato sarà comunque ottimo.

La ricetta del PASTICCIO di PANE CARASAU al RAGÙ VEGETARIANO & CACIOCAVALLO


Ingredienti per 4 persone: 10 fogli di pane carasau, 2 dl di besciamella morbida, 5 cucchiai di olio extravergine di oliva, 80 gr di parmigiano reggiano grattugiato, 250 gr di caciocavallo Podolico, 1 cipolla di Tropea, 1 carota, 3 pomodori ramati, 2 zucchine, 1 melanzana, prezzemolo fresco, sale e pepe

Preparare per prima cosa un ragù vegetariano; tagliare tutte le verdure a cubetti regolari. In una padella con 2 cucchiai di olio soffriggere la cipolla e aggiungere in sequenza la carota, la melanzana, i pomodori ed infine le zucchine; aggiustare di sale , aggiungere una manciata di prezzemolo tritato e continuare la cottura per una decina di minuti. 
Mentre le verdure cuociono, preparare una besciamella morbida seguendo la ricetta base con una noce di burro, 1 cucchiaio di farina e 1/2 lt. di latte. 
Affettare finemente il caciocavallo. Preparati tutti gli ingredienti, in una teglia da forno unta con un filo di olio, adagiare due fogli di pane carasau in modo da formare una base. 
Coprire con un po’ di ragù di verdure, le fettine di caciocavallo, un poco di besciamella e spolverare con un paio di cucchiai di parmigiano. Coprire con altro pane carasau e continuare a formare degli strati fino a quando si avrà terminato tutti gli ingredienti. 

Completare l’ultimo strato con pane carasau, parmigiano, un filo di olio. Infornare e cuocere il pasticcio per 25 minuti coperto poi continuare la cottura per altri 10 minuti scoperto. 
Servire il PASTICCIO DI PANE CARASAU AL RAGÙ VEGETARIANO E CACIOCAVALLO con un calice di Campo degli Ulivi, Poderi delle Rocche, vino bianco secco, adatto a tutto pasto , ottenuto dalle uve di tre vitigni : Albana che dona al vino carattere e forza, Chardonnay eleganza e Trebbiano freschezza. Temperatura di servizio 8 - 10 gradi. 
Buon lavoro e buon appetito!  Neria Rondelli

sabato 10 settembre 2016

Patty Pravo, ragazza del Piper a Villa Bertelli con "Eccomi Tour 2016" by Joanna Marioni



Con 110 milioni di dischi distribuiti in tutto il mondo al suo attivo, Patty Pravo sceglie il prestigioso palco di Sanremo per festeggiare i suoi 50 anni di carriera dove  con Cieli immensi si aggiudica il Premio della Critica Mia Martini.



Anche il pubblico la premia e in pochi giorni il video del nuovo singolo diviene su You tube un incredibile successo con oltre un milione di visualizzazioni, per poi diventare uno dei più scaricati su iTunes, a dimostrare che Nicoletta Strambelli, è ancora oggi tra le artiste più amate della musica italiana.

“Eccomi” è il ventiseiesimo disco di inediti dell’artista veneziana, raccoglie 12 brani, piuttosto variegati a livello di arrangiamenti e sonorità, frutto di collaborazioni con 18 tra autori e cantautori italiani tra cui Tiziano Ferro, Giuliano Sangiorgi, Gianna Nannini, Emis Skilla, Zibba e Samuel dei Subsonica.


La scaletta del tour attinge  sia da alcuni dei brani dell’ultimo album, come Cieli Immensi, Per difenderti da me, Nuvole )  sia dall'immenso repertorio riproponendo i grandi e indimenticabili successi dell’artista.


La stessa Patty Pravo si ritiene felice perché i brani sono stati scelti “con molta attenzione e cura cercando di dare a chi viene ai concerti due ore di buona musica, emozioni, divertimento e empatia”.


Ad accompagnare Patty la sua band composta da sei musicisti: Michele Lombardi alle tastiere e piano, Lucio Fasino al basso, Andrea Fontana alla batteria, Stefano Cerisioli e Ivan Geronazzo alle chitarre, Gabriele Bolognesi ai fiati. 
Torna al suo fianco, come direttore musicale e arrangiatore del Tour, il Maestro Giovanni Boscariol.


Il concerto ha riscosso un enorme consenso tra il numerosissimo pubblico di Villa Bertelli, grazie alla grinta, all’estro artistico e alla dirompente simpatia e professionalità di Nicoletta che ha coinvolto i presenti  in uno spettacolo piacevolmente emozionante. Testo e foto by Joanna Marioni